BRC

Report evento. MOTORSPORT strumento integrato di comunicazione e ricerca e sviluppo

postato in: Atti convegni | 0

Quarto incontro del percorso

Sales & Marketing Innovation

Viaggio nelle sedi delle aziende

Motorsport

Strumento integrato di comunicazione e ricerca e sviluppo

“Il marketing olistico è uno spostamento dall’orientamento al prodotto verso l’orientamento al
cliente, dal vendere prodotti al soddisfare i clienti.”

Philip Kotler

La domanda che spesso ci poniamo è: cosa ci muove a comprare un veicolo? Ma soprattutto, perché dovremmo acquistare un veicolo che nonostante sia più ecosostenibile non avrà le stesse performance di un veicolo tradizionale? Il cliente spesso muove dubbi che non trovano risposte concrete da parte delle aziende mentre le aziende spesso non comprendono cosa vuole il loro cliente. Non è sicuramente il caso di BRC!

Il marchio BRC nasce ufficialmente nel 1977 quando Romano Bogetti, riconoscendo la difficoltà nel reperire dal mercato il multivalvole, componente difficile ma altrettanto fondamentale per diversi settori, stringe un accordo con i fratelli Costamagna. Mariano e Pier gestivano allora una piccola officina di Cherasco, la M.T.M. (Meccanica Tecnica Moderna), che contribuì al notevole successo della collaborazione. Ad ora BRC Gas Equipment è leader mondiale nella produzione e commercializzazione di componenti ed impianti a gas metano e GPL per autotrazione. L’inarrestabilità del suo continuo miglioramento trova conferma nelle collaborazioni con i principali marchi automobilistici: Chevrolet, Citroen, Kia, Hyundai, Mitsubishi, Nissan, Volvo e così via. Tuttavia ciò che rende il marchio BRC così affermato è la specifica scelta strategica di essere primi ad agire in questa direzione non convenzionale. Nel 2010, stufa dei dubbi che le nuove tecnologie suscitano a confronto con quelle tradizionali, BRC lancia il “BRC Racing Team” con l’obiettivo di aumentare la qualità dei propri componenti, restringere lo studio degli stessi su pista e soprattutto, promuovere l’affidabilità dei propri prodotti anche a confronto con i loro padri. Una precisa scelta di marketing che dà avvio a diverse opportunità e che si rivela un ottimo strumento di diffusione della filosofia aziendale.

Il 24 Maggio 2017 BRC Gas equipment apre le porte al Club Dirigenti Vendite e Marketing (CDVM) e ai suoi partner di ADMC Cuneo (Associazione dirigenti marketing, commerciali e comunicatori d’impresa) guidati dal Presidente ADMC Giorgio PROGLIO. A fare gli onori di casa l’Amministratore Delegato di BRC Massimiliano FISSORE e Sabrina FROI, coordinatrice BRC Racing Team, i quali spiegano con grande entusiasmo la storia e le attività svolte dalla propria azienda mentre le porte dei molteplici stabilimenti BRC Cherasco si aprono agli occhi curiosi dei visitatori.

Una volta colte, le opportunità si moltiplicano

brc

La BRC Gas Equipment conta a Cherasco ben sei stabilimenti: la sede, lo stabilimento dove l’azienda si occupa delle installazioni D-OEM (Delayed Original Equipment Manufacturer) e dove è stanziato il BRC Racing Team, il plant dove opera l’electronic division, la struttura che ospita il centro logistico, una parte dedicata alla ricerca e sviluppo ed infine una palazzina che ospita le funzioni di direzione generale. La dislocazione, seppur dovuta per necessità di tipo territoriali, denota l’importanza dell’azienda nel Cuneese. La visita del 24 Maggio ha permesso agli ospiti di scoprire i sei grandi spazi, raccontati attraverso le parole di chi crede in un futuro più green. Sin dalla prima tappa allo stabilimento logistico, BRC dà modo di toccare con mano la sua attenzione alla qualità sia di prodotto che di processo. Diverse sono, infatti, le board che la riconoscono attraverso i risultati raggiunti con i propri audit ed il monitoraggio in tempo reale del funzionamento delle linee. Un sistema che non lascia spazio nemmeno ai più piccoli errori! La precisione e la meticolosità non viene abbandonata nemmeno nella struttura che ospita l’electronic division dove Massimiliano FISSORE sottolinea l’importanza della sua creazione per via delle nuove tecnologie che in un modo o in un altro richiedono la costante presenza di tali competenze. Oltre allo sviluppo dei componenti per i sistemi di alimentazione a GPL e gas metano, BRC tratta anche l’adattamento degli stessi alle autovetture dando vita al così detto D-OEM o Delayed- Original Equipment Manufacturer: i costruttori automobilistici ritardano così l’entrata dei loro veicoli nelle autoconcessionarie, passando attraverso BRC che si occupa dell’integrazione dei propri sistemi sugli stessi. Tuttavia, ciò che più attrae per la sua innovazione è il nuovo canale marketing usato dalla stessa azienda: chi ha mai sfruttato il motorsport per promuovere i propri prodotti? Nel 2010 l’ingresso della grande idea, un progetto che avrebbe condotto BRC a mostrarsi non solo come fornitore ma a creare un nuovo angolo sul proprio biglietto da visita. Il tradizionale motore regge il confronto dei sistemi a GPL e gas metano? Nel 2016 la risposta che tutti aspettavamo: un veicolo alimentato attraverso le risorse più ecosostenibili può reggere il confronto del solito impianto tanto inquinante: BRC Racing Team è campione d’Italia Rally 2016 con BASSO e GRANAI! “Posso dire di essere particolarmente soddisfatto per aver vinto sia con la vettura a GPL che con quella a benzina, dimostrando che per vincere non conta il tipo di alimentazione, ma avere una grande squadra ed una grande preparazione” così, il pilota Giandomenico BASSO esordisce in seguito alla gara, smentendo qualsiasi dubbio in merito alle performance degli impianti a GPL e gas metano. Un esempio di coraggio e successo che dà speranza all’ecosostenibilità. Quello che interessa al mercato sono le prove e non le parole, BRC Gas Equipment ha sfondato un portone chiuso aprendo un canale marketing inesplorato. Chissà che un giorno altre aziende prendano la stessa strada e permettano a noi di creare quella fiducia incondizionata nelle nuove tecnologie che BRC ha iniziato ad attrarre!

Martina Maio

Condividi su: