CDVM’S GOT TALENT

CDVM’S GOT TALENT

Lunedì 8 maggio, presso la Scuola di Management ed Economia di Torino, si è svolta la fase finale del progetto nato in collaborazione con la Startup Ambrogio Menù. Nello specifico, si è tenuta la presentazione dei migliori gruppi selezionati dalla giuria di primo livello e la consegna dei premi ai tre migliori team identificati dalla giuria di secondo livello .
Spero di aver attratto la vostra attenzione con un piccolo assaggio di quella che è stata la fase finale di questo progetto che noi, del Gruppo Giovani, abbiamo visto nascere, crescere e correre (cit.) proprio come se fosse una nostra creatura.
Siete curiosi? Bene! Questo breve articolo ha l’obiettivo di raccontare a tutti voi quali siano state le fasi di questo progetto.

NASCERE

IDEE
Siamo tutti molto pieni di impegni lavorativi, di studio e privati ma il Gruppo CDVM Giovani trova spesso il tempo per incontrarsi e fare brainstorming in merito alla possibile nascita di nuovi progetti.
Durante una cena ci si è posti una domanda: “in che modo possiamo essere di supporto agli altri universitari e, di conseguenza, allargare la nostra “famiglia”?”… giusto il tempo di passare dalla seconda portata al dolce ed ogni singolo componente di questo fantastico gruppo aveva già pronte alcune idee da proporre, tra cui quella di ingaggiare una Startup di giovani, come noi, e presentare un Business Game presso la Scuola di Management ed Economia dell’Università di Torino.
Questa iniziativa avrebbe consentito a noi del CDVM giovani di muoversi in un contesto noto, visto che non sono trascorsi molti anni dalla nostra laurea ma, soprattutto, avrebbe permesso, ai ragazzi che avrebbero deciso di partecipare, di operare acquisire un’esperienza molto vicino a quella aziendale crescendo di fatto in termini professionali e personali.

TUTTO BELLO MA…IN PRATICA?
Forse questa è stata la fase più delicata. Il gruppo che ha deciso di intraprendere la strada di questo progetto inizialmente si è trovato con tanto entusiasmo, con tante idee ma con la necessità di organizzarle. Piano piano tutto è andato al suo posto e, tramite conoscenze dirette, è stata individuata una Startup che avrebbe potuto fare al caso nostro: ideata da due giovani laureati (Matteo Roetto e Luca De Pietro), legata al tema dell’alimentazione che è sempre più un punto di attenzione nella nostra società. (vedi: Business Dinner 2016: Presentazione di Ambrogio Menù https://www.youtube.com/watch?v=CSrjP3h-YcY oppure La traduzione dei menù https://www.youtube.com/watch?v=n8Qe-srT-bg).

 

CRESCERE

ORGANIZZAZIONE
Questa fase possiamo definirla anche con una parola chiave: “PROVA”. L’organizzazione di un progetto non è una cosa semplice e banale; in primis è necessario conoscere appieno l’argomento trattato e, dopo di che, è di fondamentale importanza il confronto continuo al fine di definire tutti i dettagli per la buona riuscita dell’iniziativa. Dopo un lungo scambio di idee si è arrivati ad avere una scaletta definitiva: “Presenteremo all’Università; il Business Game per gli studenti che parteciperanno sarà diviso in due fasi (segmentazione dei ristoranti di Torino/analisi dei consumatori dei pasti fuori casa e realizzazione di un piano di marketing e comunicazione verso i clienti diretti e i clienti indiretti)”.

PRESENTAZIONE DEL CDVM E DEL PROGETTO ALL’UNIVERSITÀ
Una volta definiti tutti i dettagli in questione non restava altro che farci trovare pronti al primo appuntamento “in esterna”: la presentazione del nostro Gruppo CDVM Giovani e il nostro Business Game.
Grazie all’ottima attività svolta da tutto il gruppo, e al supporto della prof.ssa Pellicelli che ha creduto in questo progetto, la presentazione è stata un successo: abbiamo raccolto l’iscrizione di 40 gruppi per circa 200 studenti !

CORRERE

VALUTAZIONE DEGLI ELABORATI
È stata sicuramente la fase di maggiore responsabilità. La giuria di primo livello ha valutato gli elaborati ricevuti dando un punteggio per ogni voce della griglia di valutazione appositamente studiata per questo contest. Alla fine della valutazione, i 10 finalisti erano stati selezionati e tutto era pronto per procedere con l’ultima tappa.

PREMIAZIONE
Eccoci finalmente arrivati al giorno X, il giorno in cui si sono tirate le fila della nostra iniziativa. Lunedì 8 maggio siamo stati accolti dalla Prof.ssa Pellicelli presso l’aula gialla della Scuola di Management ed Economia dell’Università di Torino. Penso di poter parlare a nome di tutti i miei compagni di progetto quando dico che nell’aria si respirava un profumo di voglia di essere chiamati tra i finalisti, aria di ambizione ed aria di soddisfazione.
Dopo averci presentati, la Professoressa ha lasciato subito la parola al nostro Presidente Antonio De Carolis che, con il suo savoir faire, è riuscito subito ad interessare ed incuriosire tutti i partecipanti al contest (e vi assicuro che erano davvero in tanti!). Il Presidente ha iniziato a chiamare, senza un ordine di classifica, i gruppi finalisti e li ha invitati ad esporre, in pochi minuti, il lavoro svolto. Dopo aver ascoltato metà delle presentazioni, la Giuria Tecnica di secondo livello (composta da Antonio De Carolis, Gianluigi Montresor, Enrico Gennaro, Gianfranco Bocchi, Carlo Colomba, Anna Claudia Pellicelli e Matteo Roetto) si è riunita per fare un primo punto della situazione. Durante questa importante attività svolta dalla giuria, il gruppo giovani ha fatto vedere agli studenti una serie di video selfie in cui sono state esposte le ragioni che ci hanno spinto ad iscriverci al CDVM. Il pomeriggio è trascorso velocemente e si è arrivati in fretta al momento che i ragazzi aspettavano con trepidazione da qualche ora… la premiazione!
Sono state consegnate le targhe ai primi tre gruppi vincitori, gli attestati di partecipazione a tutti i ragazzi, ed un gradito premio offerto dalla Business School INFOR-ELEA, rappresentata dal suo Presidente dr. Carlo Colomba, che ha offerto una giornata di workshop ad ogni partecipante della squadra 1 classificata. La gioia dei vincitori, immortalati in questa selfie che parla da solo e dalle loro affermazioni sottoriportate.

CDVM’S GOT TALENT

Gruppo QSPT: “Per il nostro gruppo é stata un’ottima esperienza per conoscerci meglio e rafforzare le nostre capacità di lavoro in team. Nello specifico questo progetto ci ha permesso di capire la difficoltà e la complessità delle decisioni legate al mondo delle startup innovative.”

Con questa affermazione del Gruppo QSPT possiamo dirci soddisfatti perché uno dei nostri obiettivi, ovvero la “crescita”, è stato raggiunto.

Il pomeriggio si è concluso nel migliore dei modi e siamo certi che il CDVM lascerà anche in questi giovani, come già è successo a noi, “un segno tangibile ” nella nostra vita professionale e personale perché, come dice il nostro Presidente Antonio De Carolis , CDVM Giovani si potrebbe parafrasare con “Giovani manager crescono”.

Grazie a tutti e, alla prossima “storia”!

Monica_CDVM Giovani

Condividi su: