FAIR 2.0

FAIR 2.0

pubblicato in: Articoli marketing | 0

Sapere scegliere la fiera giusta

Investire soldi, tempo ed energie per partecipare con uno stand ad una fiera non è cosa di poco conto.
Uno degli errori più frequenti che gli imprenditori fanno, è scegliere in modo poco analitico la fiera a cui partecipare.
Le cose sono cambiate molto negli ultimi anni, sicuramente chi partecipa abitualmente con uno stand ad una fiera di settore si è trovato a riflettere su problemi tipo: le fiere ormai costano troppo, in fiera non si fanno più affari come un tempo, ci sono sempre meno visitatori, ecc.ecc.

Anche se c’è un fondo di verità, la realtà dei fatti è ben diversa.

Le aziende che oggi ottengono i migliori risultati con un proprio stand non partecipano più, come un tempo, al maggior numero di fiere possibili – con l’idea “più sono visibile e presente più opportunità di business avrò”, ma partecipano solamente alle fiere internazionali mirate al loro segmento di mercato/ attività.

FAIR 2.0

Le fiere a carattere locale e regionale soffrono la crisi, contrariamente a quelle internazionali che hanno ripreso a crescere in termini di presenze. Le statistiche di settore degli ultimi tre anni parlano di un trend di crescita oltre al 15% sia in termini di espositori, che di visitatori.

Questo grazie a diverse motivazioni, tra cui la globalizzazione dei mercati e la possibilità che Internet fornisce per reperire le informazioni sui prodotti/servizi che le varie aziende offrono.

Ecco perchè è diventato fondamentale, quando si vuole partecipare ad una fiera con uno stand, sapere in maniera precisa e puntuale qual è la fiera giusta su cui concentrare risorse e investimenti.

Quali sono gli strumenti per capire qual è la fiera giusta: 

esistono un paio di siti web gratuiti, molto utili per ogni imprenditore / sales & marketing manager per analizzare quali sono le fiere più importanti tra i diversi settori di mercato permettendo di analizzare preventivamente la fattibilità d’investire risorse ed energie su una fiera specifica.
Il primo è www.tofairs.com, mentre il più recente, ha pochi mesi di vita, è www.fairadvisor.com dove include anche delle recensioni di chi ha già fatto quella fiera.

FAIR 2.0

Vi suggerisco di visitarli, inserendo il settore merceologico d’interesse, vengono visualizzate le fiere del settore richiesto nell’anno in corso, le località, le calendarizzazioni chi ha esposto nell’edizione precedente fino ad arrivare a prenotare l’hotel più vicino alla fiera. Credo sia un modo innovativo che, oltre a fare risparmiare molto tempo, ci può
chiarire le idee su fiere che magari abbiamo sentito nominare ma che non ritenevamo importanti e sicuramente un’apertura su nuove opportunità di mercato.
Solo attraverso scelte mirate si possono ottenere ottimi risultati valutando preventivamente i rischi.

Paolo Guazzone, presidente onorario CDVM

Condividi su:
I commenti sono chiusi.