logo cdvm

Sintesi del workshop "Relazioni di valore"

postato in: Eventi del club | 0

In data giovedì 14 Aprile si è tenuto nella Sala Consiglio “Pininfarina” dell’Unione Industriale di Torino, il workshop “Relazioni di Valore” organizzato dal Club Dirigenti Vendite e Marketing in collaborazione con L’Opera Diocesana Pellegrinaggi. All’incontro, coordinato dal Vice Presidente CDVM Antonio De Carolis hanno partecipato Don Franco Fermo Tessior, Presidente dell’ODP e il Direttore Responsabile dell’Agenzia ODP Giampiero Momo. Di seguito una breve sintesi relativa ai contenuti del workshop. Il pellegrinaggio nella vita dell’uomo viene da lontano: ha radici profonde nel suo essere e nella sua storia. Oggi acquista un nuovo significato che può ben armonizzarsi con i bisogni aziendali di gestione del cambiamento, team building, condivisione di valori, ecc. Come diceva lo stesso Giovanni Paolo II ” non c’e dubbio che, rettamente orientato, il turismo diventa un’opportunita’ per il dialogo fra le civilta’ e le culture e, in definitiva, un prezioso servizio alla pace”. Il turismo – ed in modo particolare quello culturale / religioso – facilita le persone a cogliere aspetti nuovi della realtà e di conseguenza sollecitare a cambiare mentalità, accogliendo prospettive nuove.

Il turismo che finora abbiamo per lo più conosciuto quale forma di svago fine a se stesso sta perdendo la capacità di rispondere alle esigenze di ricerca di significato, di esperienza, e curiosità verso il mondo. Questo bisogno ha radici profondo nella sua dimensione psicologica ed esistenziale, come lo stesso Maslow insegna.

L’uomo è in ricerca, è curioso di sapere e di conoscere, di trovare un senso nella dimensione spirituale. Oggi il pellegrinaggio aziendale si inserisce all’interno di questo contesto come un’esperienza globale, perché non coinvolge i partecipanti soltanto per quanto concerne la cultura, ma anche per quanto attiene ai bisogni di incontro con l’altro, diventando un modo per socializzare, una risposta di incontro tra persone di diverse culture.

 In un mondo “globalizzato”, come quello in cui viviamo, diventa sempre più sentita l’esigenza di ricercare un’identità e di confrontarsi con l’altro. Il pellegrinaggio diventa dunque l’esperienza adatta per chiunque stia cercando una risposta, un senso al proprio vivere quotidiano, anche aziendale.

L’esperienza si può sviluppare su diversi livelli, un livello dell’arte (è sufficiente entrare in una basilica ed ammirarne la bellezza per rendersene conto), un livello del limite, che si mostra nel dolore fisico e mentale di chi cerca un aiuto divino, ma anche nella stanchezza di camminare in silenzio, lottando con le proprie forze fisiche ed i propri limiti e dando supporto ai più deboli. Non in ultimo il livello comunitario. Il pellegrinaggio non è qualcosa da fare da soli, indipendentemente dagli altri. Per cui il pellegrino non è colui che parte armato di macchina fotografica per fare delle belle foto ma è soprattutto colui che cerca di incontrare le persone.

In quest’ottica il pellegrinaggio aziendale risponde in maniera forte a diversi bisogni e sono molte le aziende che abbracciano l’opportunità come premio per i propri dipendenti e come leva gestionale.

L’Opera Diocesana in particolare offre tre possibilità di pellegrinaggio, che rispondono a tre stadi di spiritualità: Lourdes, Fatima, Terra Santa, che rappresentano il nucleo più importante dell’attività dell’Opera. Tuttavia sono numerose le altre mete raggiunte, in Italia e all’Estero. Nel sito è attualmente pubblicato il catalogo 2011 in versione integrale e per tipologia di destinazione. http://www.bussola.it/odp/welcome.htm

Condividi su: